Recensione EZVIZ BC1C: videocamera di sorveglianza ricaricabile outdoor

20220206-120248ezviz-bc1c

Da EZVIZ una videocamera ricaricabile con un'autonomia eccezionale e adatta agli ambienti esterni grazie alla protezione IP66. 

In alcune circostanze l'utilizzo di una videocamera ricaricabile è una scelta obbligata, basti pensare a tutti quei luoghi dove la corrente elettrica per alimentare il dispositivo è assente o agli utenti che non posseggono le competenze per realizzare un punto luce. In questi e altri casi simili, una videocamera senza fili può essere la scelta giusta, a patto che abbia un'adeguata autonomia.

EZVIZ cerca di dare seguito a queste necessità con la videocamera di sorveglianza BC1C che, oltre ad avere circa 200 giorni di autonomia grazie ad una batteria integrata da 7800mAh, offre come opzione aggiuntiva un pannello solaredi ricarica per renderla completamente autonoma dal punto di vista energetico.

Si tratta di una IP Cam concepita prettamente per un uso esterno, grazie al grado di protezione IP66 che la rende resistente agli agenti atmosferici e alle temperature che vanno da -20° a +50°.

Nella confezione oltre alla videocamera sono presenti il supporto magnetico snodabile o quello a vite per l'attacco a muro, il caricabatteria, il cavo micro-USB e la manualistica. 

EZVIZ BC1C si presenta abbastanza robusta e compatta, ha un peso di 365g ed è realizzata quasi interamente in metallo verniciato a polvere, ad eccezione della base e della parte frontale che ospita l'ottica da 2,8mm, due LED flashdi allarme, un sensore a infrarossi per la visione notturna, il sensore PIR per la rilevazione dei movimenti e il LED di stato.

Sulla parte laterale troviamo il pulsante di accensione/reset, la griglia che protegge i microfoni ambientali e lo speaker per l'audio bidirezionale e l'ingresso per la ricarica, purtroppo di tipo micro-USB, quest'ultimo è protetto da uno sportellino elemento in gomma.

Infine sulla base, l'ingresso da 1/4" per il montaggio al supporto a muro a vite ove non si voglia utilizzare quello magnetico. 

La videocamera ha un campo visivo di 125° in diagonale e 107° in orizzontale, è equipaggiata con un sensore CMOS da 2 megapixel ed ha una risoluzione full HD 1080p con riduzione del rumore che consente un'ottima visione anche in condizione di scarsa luminosità, grazie anche all'ottica da 2,8mm f/1.6. Inoltre, i LED a luce infrarossa consentono un'ottima visione al buio totale. 

Uno degli aspetti che ho più apprezzato è che a differenza di molte altre IP Cam, questa integra una memoria interna da 32GB (non espandibile) per la registrazione locale dei video, quindi non sarà necessario acquistare schede SD aggiuntive.

Naturalmente BC1C è in grado di rilevare i movimenti, in questo caso avvalendosi opzionalmente di due tecnologie differenti: il sensore PIR o l'intelligenza artificiale. Quest'ultima attraverso l'analisi delle immagini è in grado di distinguere le figure umane da altri oggetto in movimento come vetture e animali domestici.

Passando invece alla visione notturna, è possibile optare per i LED a luce visibile, consigliati qualora si voglia ottenere delle immagini a colori, o per il classico LED a infrarossi che ha il vantaggio di essere meno visibile ad eventuali intrusi ma che ovviamente registrerà immagini in toni di grigio. 

Infine, segnalo la presenza dell'audio bidirezionale che permette di ascoltare l'ambiente circostante alla telecamera e di inviare messaggi audio da remoto usando l'app dedicata per Android e iOS. Quest'ultima funzione può essere impiegata anche per riprodurre messaggi pre-registrati in caso di rilevazione di movimento.

Per quanto riguarda l'installazione, EZVIZ CB1C può essere letteralmente attaccata magneticamente ad un oggetto in metallo ma può essere installa a muro utilizzando l'apposita staffa a vite o quella a snodo magnetico. Successivamente si potrà optare per l'utilizzo standalone, per il collegamento all'alimentazione elettrica o al pannello solare.

Terminata l'installazione sarà possibile proseguire con la configurazione guidata utilizzando l'applicazione proprietaria che include tantissime funzioni utili come il configuratore del mascherino d'immagine che permette di creare delle aree di rilevamento tramite forme geometriche, al di fuori delle quali non scatterà la rilevazione. La rilevazione "a linea", la possibilità di attivare allarmi sonori e diverse modalità di registrazione che potranno essere salvate in maniera facoltativa sulla memoria interna o sul cloud di EZVIZ previo abbonamento.

Oltre all'applicazione è possibile controllare la cam da PC usando il software EZVIZ Studio per Windows o EZVIZHD per Ma. Segnalo inoltre la compatibilità con Amazon Echo (Alexa), Google Home (Assistant) e IFTTT, assente invece l'integrazione con Apple HomeKit. 

Insomma EZVIZ BC1C si propone come una valida soluzione per chi desidera adottare un sistema di video sorveglianzasemplice da usare e da installare. Soprattutto nei punti in cui è assente l'alimentazione elettrica grazie all'ottima durata della batteria che può essere incrementata se usata in combo con il pannello solare che la renderà completamente autonoma. 


Guarda la recensione video 

Trifo Max: il robot aspirapolvere che sorveglia la...
Truffa INFOPOSTE: SMS sospensione conto